Pagina 1 di 1

[saggistica] Marco Travaglio - La scomprsa dei fatti

MessaggioInviato: gio 9 ago 2007, 1:20
da MrAneddoto
C'è chi ritiene Marco Travaglio un giustizialista, chi lo ritiene un comunista...
Beh io lo considero un buon giornalista, relativamente preciso, che non si lascia sfuggire le informazioni e che va fino in fondo a esse.

Con questo libro, partendo da mani pulite e arrivano a calciopoli, "si scaglia" contro il giornalismo all'italiana, descrivendoci vari metodi per confonodere le idee quali il parlar d'altro, il parlare di cose secondarie se l'evento è troppo grosso e perdersi in opinioni quando i fatti sono ben più gravi, a volte anche in nome della par condicio (che diventa: devono parlare un po' tutti).

Direi che buona parte del libro è illuminante. un po' noioso quando si mette a descrivere tutte le tangenti più rilevanti (anche se alcune, tipo quelle a Cirino Pomicino, sono talmente grottesche da far ridere). Stancante la parte su calciopoli (e non sono juventino). Comunque sono due parti estremamente limitate del libro.

La lettura è consigliata. La sua capacità di far ridere e tirare battute sul grottesco della situazione giornalistica ma anche italiana rende la lettura anche più che piacevole in molti punti.