[saggistica] Marco Travaglio - La scomprsa dei fatti

libri, fumetti o elenchi telefonici.. cosa ti piace leggere?

[saggistica] Marco Travaglio - La scomprsa dei fatti

Messaggioda MrAneddoto » gio 9 ago 2007, 1:20

C'è chi ritiene Marco Travaglio un giustizialista, chi lo ritiene un comunista...
Beh io lo considero un buon giornalista, relativamente preciso, che non si lascia sfuggire le informazioni e che va fino in fondo a esse.

Con questo libro, partendo da mani pulite e arrivano a calciopoli, "si scaglia" contro il giornalismo all'italiana, descrivendoci vari metodi per confonodere le idee quali il parlar d'altro, il parlare di cose secondarie se l'evento è troppo grosso e perdersi in opinioni quando i fatti sono ben più gravi, a volte anche in nome della par condicio (che diventa: devono parlare un po' tutti).

Direi che buona parte del libro è illuminante. un po' noioso quando si mette a descrivere tutte le tangenti più rilevanti (anche se alcune, tipo quelle a Cirino Pomicino, sono talmente grottesche da far ridere). Stancante la parte su calciopoli (e non sono juventino). Comunque sono due parti estremamente limitate del libro.

La lettura è consigliata. La sua capacità di far ridere e tirare battute sul grottesco della situazione giornalistica ma anche italiana rende la lettura anche più che piacevole in molti punti.
"si sforza di sentire un sussurro colui che si rifiuta di ascoltare un grido."
già, anche io ho un blog
Avatar utente
MrAneddoto
Leggenda marsupiale
Leggenda marsupiale
 
Messaggi: 670
Iscritto il: mer 12 ott 2005, 18:44
Località: near Pisa

Torna a La biblioteca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron